L’attività di prova è una fase molto importante per garantire la conformità del prodotto ai requisiti di progetto.

Durante il proprio ciclo di vita, molti prodotti sono soggetti a una vasta tipologia di sollecitazioni meccaniche, come vibrazioni, cadute, urti: queste sollecitazioni, pur dovute a una molteplicità di fattori – maneggio incauto, trasporto, condizioni operative specifiche e impegnative – incidono sulla capacità del dispositivo di mantenersi operativo ed efficiente.

I test meccanici che eseguiamo nel laboratorio prove MATE servono per conoscere e valutare le proprietà meccaniche dei materiali che li costituiscono: un requisito fondamentale, sin dalla fase progettuale, per scegliere i più adatti al tipo di lavoro che saranno chiamati a svolgere.

Queste proprietà possono essere determinate sottoponendo il materiale a diverse tipologie di sollecitazioni.

Tra le prove che effettuiamo vi sono test di shock e vibrazione, di accelerazione, di trazione, compressione e flessione.

Test di shock e vibrazione

Grazie alle nostre competenze ed ai nostri strumenti, eseguiamo profili di vibrazione estremamente accurati, anche a basse frequenze, testando prodotti anche di notevoli dimensioni e massa.

Il nostro shaker elettrodinamico è dotato di una slip table che trasmette vibrazioni su tutti e tre gli assi, permettendo al prodotto di mantenersi in posizione eretta anche in caso di componenti di notevole dimensione e peso.

Grazie alla semplice interfaccia con la camera climatica possiamo introdurre nel test anche variazioni di temperatura e umidità, per valutare la resistenza dei materiali sovrapponendo più elementi di stress.

Siamo in grado di riprodurre tutti i profili di vibrazione: sine, random, sine on sine, sine on random, random on random e di riprodurre profili di prova acquisiti in campo, con accelerazioni fino a 80 g .

Possiamo inoltre riprodurre shock di forma semi-sinusoidale, a dente di sega e trapezoidale con ampiezze fino a 100 g.

Scarica il documento di presentazione dei test:

Test di accelerazione

Il test di accelerazione viene eseguito per assicurare che i materiali, in particolare i sistemi di fissaggio di un componente, siano in grado di resistere ai carichi inerziali indotti dall’accelerazione centrifuga, simulando brusche accelerazioni e decelerazioni tipiche delle manovre di emergenza degli aeroplani.

Ad esempio, attraverso il crash safety test siamo in grado di verificare se l’equipaggiamento potrebbe staccarsi si possa staccare dal proprio alloggiamento o perdere pezzi, rappresentando quindi un pericolo durante un atterraggio di emergenza.

Disponendo di una centrifuga che può raggiungere accelerazioni massime fino a 40g su provini di massa fino a 50kg, MATE assiste i propri clienti nella realizzazione di test di certificazione di prodotto, tra cui crash safety sustained e acceleration test.

Sottoponendo il componente alle accelerazioni tipiche delle manovre di emergenza degli aeroplani, attesta l’affidabilità dei sistemi di fissaggio di componenti o sistemi complessi.

Clicca qui per vedere i nostri strumenti al lavoro durante una prova di accelerazione:

Test di tensione, compressione e flessione

MATE è dotata di macchine per effettuare test meccanici su provini e componenti metallici, plastici ed elettronici al fine di definire le loro capacità meccaniche ed elastiche: una soluzione di alta precisione per applicazioni statiche e cicliche fino a 150 kN anche in temperatura controllata.

Test su provini

I test su provini unificati vengono eseguiti quando si vuole caratterizzare il comportamento meccanico di un materiale e/o di un componente in particolare sottoposto a sforzi di trazione, compressione, taglio e flessione, per la ricerca del modulo di elasticità e/o dei limiti di snervamento e rottura.

MATE dispone di due macchine di prova operanti in differenti range, a seconda delle caratteristiche meccaniche del materiale in prova, con la possibilità di effettuare anche prove meccaniche a temperatura controllata nel range -70 ÷ +300 °C.

Test su componenti

MATE effettua campagne di prove volte alla verifica della resistenza di componenti commerciali come cavi elettrici, fibre ottiche, connettori, giunti di saldatura su componentistica elettronica.

In quest’ultimo caso, possiamo eseguire test di pull e shear con l’aggiunta simultanea della variabile termica: questo test serve per valutare gli effetti di ripetuti cambi di temperatura sulla solidità dei giunti di saldatura di componenti elettronici ad ali di gabbiano o a bolla.

Prove di flessione

Esistono diversi tipi di prove di flessione con sequenze simili ma con diversi tipi di supporto e di punti di applicazione del carico. Le prove di flessione più comuni sono quelle a 2, 3 e 4 punti.